Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie per i soci > Incontro del Club Alta FedeltÓ Associativa di giovedý 13 ottobre 2011: (...)

Incontro del Club Alta FedeltÓ Associativa di giovedý 13 ottobre 2011: “La parola ai familiari delle vittime della strada”

14.10.2011

Giovedì 13 ottobre 2011, gli iscritti al Club Alta Fedeltà Associativa si sono riuniti, per discutere di sicurezza stradale con i rappresentanti locali dell’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada.

La sig.ra Ginevra D’Amore, rappresentante dell’associazione per il territorio novarese, con sede ad Arona, ha illustrato gli obiettivi della federazione ed il significato della Giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada, che si tiene ogni anno la terza domenica di novembre e che quest’anno avrà luogo il 20 novembre.

La sig.ra D’Amore dopo aver portato la sua esperienza personale a monito e ad esortazione dei partecipanti, ha spiegato come la sensibilizzazione della cittadinanza in relazione ai problemi di sicurezza stradale consenta di realizzare un’attività di prevenzione degli incidenti stradali.

In queste situazioni, ha commentato l’avv. Vercesi, componente del Club Alta Fedeltà Associativa “non ci sono due casi uguali”, riferendosi ai casi di incidente in cui il coinvolgimento di più persone e la concomitanza di particolari eventi, possono determinare un tragico epilogo.
E’ stata opinione comune degli iscritti al Club Alta Fedeltà Associativa che talvolta alcune situazioni sarebbero evitabili, oltre che con il rispetto delle norme del Codice della Strada, anche con la prudenza ed il rispetto di regole di etica della mobilità. 

L’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada sta portando all’attenzione dei legislatori l’importanza di introdurre il reato di omicidio volontario, in luogo di quello colposo, ritenendo che l’incidente, escludendo il caso di dolo, abbia luogo per circostanze che non si possano non prevedere. 

Anche l’Automobile Club Novara condivide questa tesi, perché l’auto, oltre ad essere uno strumento di libertà, può trasformarsi in un arma. ACI intende promuovere e diffondere il valore della mobilità responsabile.

Il prossimo incontro del Club avrà luogo il 3 novembre 2011.